Design modulare
Nozioni di design Prodotto & progettazione

Il design modulare: cos’è e quali vantaggi porta

Autore:

Home » Nozioni di design » Il design modulare: cos’è e quali vantaggi porta

Condividi l'articolo su:


Seguici sulle pagine ufficiali:



Sicuramente avrai già sentito parlare del design modulare ma, incuriosito da questa terminologia, scommetto che sei curioso di saperne di più riguardo a questo argomento.

Bisogna sapere che infatti, nel mondo del design, il termine modulare sta prendendo sempre più forma ed diventanto un modo di progettare ormai concreto e quotidiano.

Il design modulare, in parole povere, è un metodo di progettazione in cui un sistema viene suddiviso in parti più piccole di modo che, quest’ultime possano essere indipendenti e quindi utilizzate in più sistemi differenti.

La sua fortuna deriva dalle nuove esigenze che le persone si trovano ad affrontare e a vivere quotidianamente. Infatti, sempre di più ci si ritrova a dover affrontare continui cambiamenti – ad esempio, l’aumento o diminuzione delle persone che vivono nella stessa casa oppure degli stessi spazi abitativi – ed è proprio qui che il design modulare viene in aiuto.

Questa tipologia di design ci dà la possibilità di adattamento in ogni occasione e circostanza in cui ci ritroviamo, e senza dover scendere a compromessi o rinunce : è il prodotto che si adatta a noi e alle nostre esigenze, non viceversa!

Come possiamo notare, il design modulare è un metodo di progettazione molto innovativo che può essere applicato in moltissimi contesti differenti.

Detto cio, direi di non perdere ulteriore tempo ma capire subito quali siano i vantaggi che questo metodo progettuale porta con se, analizzare alcuni esempi e scoprire come poterlo eseguire al meglio. Iniziamo!

Quali sono i vantaggi del design modulare?Design modulare

 

I vantaggi del design modulare sono molteplici, ma vediamone i principali:

  • Il costo di produzione si abbassa notevolmente;
  • Risparmio del tempo di progettazione;
  • Maggiore personalizzazione rispetto ai prodotti standard;
  • Sostituzione rapida dei componenti usurati;
  • Manutenzione facile e veloce;
  • Installazione del prodotto facile e veloce;
  • Maggiore familiarità nell’utilizzo;
  • Al passo con i tempi: un componente vecchio può essere facilmente sostituito con uno di ultima generazione;
  • Il design modulare offre tempi di apprendimento più brevi a chi ne fa uso.

Quali posso essere degli esempi di sistemi modulari?

Il sistema modulare è più utilizzato di quanto si possa immaginare!



Ti sta piacendo l'articolo e lo stai trovando interessante?

Spero di si! Ma prima di continuare con la lettura, se non l'hai già fatto, potresti lasciare un +1 ? Mi faresti molto felice, grazie!




Ultimamente stanno riscuotendo grande successo i mobili e ornamenti per la casa creati con questa tipologia di approccio progettuale; infatti, grazie ad essi la personalizzazione in base ai propri gusti, alle esigenze e alle dimensioni della casa sta diventando essenziale e molto richiesta.

Ma i campi di utilizzo oltrepassano il confine domestico, perché la modularità si trovare ovunque: nelle autovetture – ad esempio alcune parti meccaniche oppure il motore stesso-, negli edifici architettonici – gli spazi abitativi modulari, grazie ai loro numerosi vantaggi si stanno diffondendo sempre di più -, nei giochi – il caso più conosciuto è il Lego -, ma anche nella tecnologia – basti pensare al nuovo modello di smartphone della LG, completamente modulare e personalizzabile in base alle proprie necessità – .

A cosa bisogna porre attenzione per fare un buon design modulare?

Il design modulare, come abbiamo capito, è un metodo di progettazione davvero eccellente. Esso garantisce ampie possibilità a livello di personalizzazione e di adattamento in base alle esigenze degli specifici utenti; tuttavia, per una buona realizzazione del prodotto, risulta importante e necessario prendere in considerare l’integrazione dei vari moduli, le loro variabilità, il metodo di collegamento, le possibili interazioni e i materiali di composizione.

L’elemento più importante a cui bisogna guardare è senza ombra di dubbio  la chiarezza e la semplicità  che, con un po’ d’esperienza d’uso, devono essere fondamentale.

 


Articoli correlati:

 


 

P.S. : Se l'articolo ti è piaciuto, ricordati di mettere anche un Mi Piace alla nostra pagina Facebook e di lasciare un Segui su quella di Instagram: per me rappresentano un feedback di apprezzamento molto importante! Grazie 😉







Il design modulare: cos’è e quali vantaggi porta ultima modifica: 2017-07-17T08:00:19+00:00 da Federico

Articoli che ti potrebbero interessare: