cosa sono le texture
Disegno & rappresentazione Grafica & comunicazione

Cosa sono le texture, come crearle e dove scaricarle

Autore:

Home » Disegno & rappresentazione » Cosa sono le texture, come crearle e dove scaricarle

Condividi l'articolo su:


Seguici sulle pagine ufficiali:



Stai cercando di capire che cosa sono le texture e vuoi saperne di più sul loro possibile utilizzo? Nessun problema, infatti proseguendo nella lettura andrò a fornirti tutte le informazioni più importanti e rilevanti che riguardano questo argomento!

Nel seguente articolo, cercherò di spiegare in modo semplice e maggiormente esaustivo i seguenti punti: cosa sono le texture, quali sono le varie tipologie di texture più utilizzate, dove poter scaricare texture gratis, ed infine come poter realizzare texture autonomamente.

Sappi che di texture ne esistono a bizzeffe, dalle più semplici a quelle più articolate e complesse: utilizzate nei campi più svariati, come nella moda, nel disegno, nell’arte, nel design del prodotto e della grafica, nella modellazione 3D e molto altro ancora, generalmente vanno a riprendere motivi sia naturali ma anche artificiali.

Risulta facilmente intuibile come il loro utilizzo sia molto importante e fondamentale in molteplici ambiti; questo rivela come una giusta conoscenza risulti essenziale per poterle scegliere in maniera corretta ed usufruire al meglio delle loro caratteristiche in base ai contesti applicativi.

Detto ciò e chiusa questa breve parentesi, direi che possiamo iniziare subito rispondendo alla domanda più importante di tutte…

Cosa sono le texture?

La texture, in grafica, si può identificare come una immagine bidimensionale, utilizzata generalmente per definire la superficie di una immagine tridimensionale.

Ad esempio, se prendiamo un cubo tridimensionale con una superficie bianca – quindi incolore – è possibile applicarne una texture per conferirle una particolare colorazione o rilevanza visiva.

 

Texture applicata

 



Ti sta piacendo l'articolo e lo stai trovando interessante?

Spero di si! Ma prima di continuare con la lettura, se non l'hai già fatto, potresti lasciare un +1 ? Mi faresti molto felice, grazie!




Esse si rivelano di fondamentale importanza perché permettono, se ben utilizzate e contestualizzate, di manifestare, a livello visivo, una particolare percezione in chi le osserva, andando a creare persino emozioni sensoriali ed emotive.

Quali sono le tipologie esistenti?

Esistono centinaia e centinaia di texture differenti, ma essenzialmente le possiamo racchiudere in tre grandi categorie: texture ambientale, biologica e artificiale.

Le texture ambientali sono immagini che raffigurano elementi naturali, ad esempio la pietra, il legno, l’acqua, le foglie, le stelle, ecc.

Le texture biologiche sono invece delle immagini che riproducono elementi biologici, ad esempio il manto di un animale, la pelle umana, le cellule, le squame, ecc.

Le texture artificiali infine, ritraggono elementi creati dall’uomo, come abiti, effetti visivi, dipinti, illustrazioni, elementi architettonici, ecc.

 

Esempio texture

 

Come possono essere catalogate?

Oltre a capire che cosa sono le texture e quali sono le loro tipologie, bisogna sapere che, in base alla loro casualità degli elementi inseriti all’interno dell’immagine, possono essere catalogate in cinque differenti tipologie: texture regolari, texture semi regolari, texture irregolari, texture stocastica e texture semi stocastica.

  • Regolari: sono immagini in cui gli elementi di composizione sono strutturati in maniera definita.
  • Semi regolari: sono immagini in cui gli elementi di composizione sono strutturati in maniera non del tutto definita.
  • Irregolari: sono immagini in cui gli elementi di composizione sono strutturati in maniera non definita e differenti tra di loro.
  • Stocastiche: sono immagini in cui gli elementi di composizione sono collocati in maniera del tutto casuale o accidentale.
  • Semi stocastiche: a differenza delle stocastiche, sono immagini in cui gli elementi di composizione sono collocati con casualità meno rilevante e che tende all’irregolarità.

 

Esempio texture

 

Cosa sono le texture bitmap e procedurali?

Ampiamente utilizzate nella modellazione 3D, in base al loro scopo, impiego e necessità, esistono due particolari tipologie di texture che vengono usate negli ambiti più svariati della grafica tridimensionale.

Queste due tipologie prendono il nome di:

Texture bitmap: tra le più utilizzate e semplici – ad esempio un muro di mattoni o un mosaico – sono immagini, filmati o disegni che vengono applicate tramite sovrapposizione su un oggetto tridimensionale in modo da ottenere una superficie realistica.

Texture procedurali: sono utilizzate per riprodurre, tramite opportuni algoritmi matematici, superfici speciali come il marmo, l’acqua, il metallo, ecc.

Per la loro caratteristica, le texture 3D (ovvero quelle che definiscono l’intero spazio occupato dall’oggetto) sono di solito esclusivamente procedurali!

 

Texture bitmap e procedurali

 

Come si possono creare?

Per la loro realizzazione esistono dei metodi molto veloci e semplici che, grazie a Photoshop, permettono di ottenere ottimi risultati.

Tra questi, il più utilizzato è il seamless texture, che consente di ottenere una texture definita e di grandi dimensioni partendo da un’immagine molto piccola (questo è il LINK in cui viene spiegato il procedimento).

Un altro metodo è quello effettuato da noi stessi: se possediamo nozioni base di fotografia saremo in grado di scattare ottime foto (migliorandone successivamente la qualità con Photoshop), da poter utilizzare come texture.

Quali sono i siti in cui poterle reperire?

Nel web esistono tantissimi siti in cui poter scaricare texture di qualsiasi genere, molti però sono a pagamento oppure legati dal vincolo del copyright: è molto importante fare attenzione alla licenza e alle condizioni d’uso.

Ora lascerò il link di questi tre siti ( PexelsPixabayPxhere ) da cui poter scaricare texture e immagini gratuite, utili sia per uso personale che commerciale.

In alternativa vi consiglio di servirvi di google immagini, andando a spuntare sui settaggi la ricerca gratuita e libera da ogni tipo di licenza.

 


 

Articoli correlati:

 


 

P.S. : Se l'articolo ti è piaciuto, ricordati di mettere anche un Mi Piace alla nostra pagina Facebook e di lasciare un Segui su quella di Instagram: per me rappresentano un feedback di apprezzamento molto importante! Grazie 😉







Cosa sono le texture, come crearle e dove scaricarle ultima modifica: 2018-03-26T07:55:42+00:00 da Federico

Articoli che ti potrebbero interessare: