Il designer
Nozioni di design

Chi è il designer e che cosa fa: domande e risposte

Autore:

Home » Nozioni di design » Chi è il designer e che cosa fa: domande e risposte

Condividi l'articolo su:


Seguici sulle pagine ufficiali:



Chi è il designer e che cosa fa?

Sapere chi è il designer e che cosa fa, risulta essere una domanda molto semplice ma la cui risposta è molto complicata.

Navigando su internet ci si può imbattere in molte e differenti definizioni, molto spesso però le risposte sono vaghe e poco comprensibili. Nonostante abbia una fama sempre crescente, il lavoro del designer – in particolare modo in Italia – è poco conosciuto e le persone faticano a comprendere il valore di questo mestiere.

Pur non essendo un’iniziativa semplice, come invece può sembrare, ho deciso di servirmi di questo blog per spiegare a chiunque lo legga chi è un designer e di cosa si occupa, aiutandomi con articoli e consigli sugli argomenti più svariati.

Personalmente ritengo che il designer sia un mediatore: egli rappresenta l’interazione tra il realizzabile e l’irrealizzabile, la tradizione e l’innovazione, l’immaginazione e la concretezza e soprattutto l’interazione tra azienda e mercato, tra prodotto e utente; si trova a doversi giostrare tra materie tecniche, anatomiche, umanistiche, sociologiche, grafiche e di cultura generale.

Il designer è una persona che vive nel presente ma immagina un futuro che vuole migliorare servendosi delle conoscenze acquisite nel passato.

Egli è un progettista che non smette di sognare e di cercare nuove soluzioni e idee che possano soddisfare le più svariate richieste e necessità. In sintesi, è una professione multitasking a 360°.

Come si diventa designer?

Designer si nasce. A parte gli scherzi, oggigiorno esistono tantissimi corsi di formazione post diploma e corsi universitari (design industriale, ad esempio) che sono fondamentali per approfondire le proprie conoscenze e mettere in pratica.

Per essere un buon designer però sono necessarie basi che non si acquisiscono con nessun tipo di corso: bisogna essere curiosi, creativi, avere senso critico e artistico, bisogna avere voglia di imparare, di conoscere e soprattutto di mettersi in gioco.

A prova di ciò che scrivo, molti designer che hanno ideato o brevettato invenzioni riconosciute a livello internazionale, sono autodidatti.

Esiste un albo per i designer?

Diversamente da professioni come ingegneri, architetti e altri mestieri, per i designer ancora non esiste un albo ma non è da escludere che in un futuro possa venire redatto.



Ti sta piacendo l'articolo e lo stai trovando interessante?

Spero di si! Ma prima di continuare con la lettura, se non l'hai già fatto, potresti lasciare un +1 ? Mi faresti molto felice, grazie!




Esiste però un’associazione chiamata ADI (Associazione per il Disegno Industriale) che si occupa di promuovere, valorizzare e difendere il design italiano ed internazionale, contribuendo ad attuare le più appropriate condizioni per la progettazione dei beni, processi e servizi.

Di cosa si occupa un designer industriale?

Il designer industriale è una figura professionale che si occupa della realizzazione di oggetti – ad esempio arredamenti, macchinari, attrezzature, ecc – destinati ad essere riprodotti a livello industriale e quindi in serie.

In altre parole, tutto ciò che ti circonda è stato creato da un designer: dalla sedia su cui sei seduto, dal bicchiere con cui bevi, dal telefono o pc con cui stai leggendo questo articolo, ecc!

Naturalmente, per realizzare questi progetti, il designer utilizza programmi software dedicati alla sua professione e spesso, per una corretta e funzionale progettazione, si avvale dell’aiuto di altri professionisti, cioè ingegneri artigiani esperti del settore o responsabili di vendite e marketing.

Quanti tipi di designer esistono?

Tutto è design: si può ritrovare in qualsiasi cosa che sia rintracciabile dai 5 sensi: olfatto, tatto, vista, udito e gusto.

Proprio per questo i campi del design sono così vasti, e innumerevoli sono anche le sue diramazioni: le più importanti e conosciute sono le professioni di Product design, Graphic design, Interior design, Web design, Food design, Fashion design e Lighting design.

Tutti questi creatori di idee si occupano di rispettivi rami del design che seppur appartenenti allo stesso grande albero, si diversificano gli uni dagli altri.

Queste infatti sono solo alcune delle moltissime tipologie di designer professionisti ma ne esistono e ne nasceranno ancora molti altri.

Quello del design è un mondo vastissimo e per conoscerlo bisogna viaggiare!

 


 

P.S. : Se l'articolo ti è piaciuto, ricordati di mettere anche un Mi Piace alla nostra pagina Facebook e di lasciare un Segui su quella di Instagram: per me rappresentano un feedback di apprezzamento molto importante! Grazie 😉







Chi è il designer e che cosa fa: domande e risposte ultima modifica: 2017-07-03T08:00:25+00:00 da Federico

Articoli che ti potrebbero interessare: